2) Lo chef al timone

Tutti lo conoscono ormai, ma chi si ricorda di Antonino Cannavacciuolo prima della sua apparizione nella prima stagione di Cucine da incubo? Lo chef si è fatto amare dal grande pubblico grazie alla sua forte personalità e al suo talento nel proporre piatti semplici, ma ricchi di gusto capaci di risollevare le sorti dei locali italiani. Meno iracondo di Gordon Ramsay (e anche leggermente meno offensivo) Cannavacciuolo ha saputo conquistare puntata dopo puntata gli spettatori dei programmi tv di cucina. Prima del successo televisivo comunque, lo chef aveva già un ristorante (Villa Crespi) e ben due stelle Michelin.

segreti di cucine da incubo